Editoriale del numero 110
Maggio - giugno 2003


IL WARGAME GIOCO AFFASCINANTE
PER LA NOSTRA COMPETITIVITA'

Il wargame, attualmente, permette di riprodurre le piu' famose battaglie della storia e di vedere se esse, con le nostre scelte, avrebbero potuto subire modifiche rispetto alle decisioni adottate a suo tempo dai veri generali.

Talvolta il wargame puo' essere fatto "a priori": infatti nel mese di febbraio 2003, in previsione della guerra in IRAQ, due gruppi di lavoro, uno per gli USA e uno per l'IRAQ, si sono confrontati in un wargame sull'invasione del territorio iracheno, sulla base delle informazioni disponibili sulla stampa specializzata e consultando gli studi del 96° Corso di Stato Maggiore sulle "isole di resistenza" nella guerriglia.

Mosse e contromosse, secondo le regole del gioco, si sono susseguite per tre settimane e oggi possiamo constatare che l'inventiva e la fantasia dei due gruppi non si sono molto distaccate dalla realta' del campo di battaglia.

I militari di tutto il mondo utilizzano i wargames per aiutarsi nella pianificazione della strategia di reali conflitti e per addestrare gli ufficiali nella tattica del combattimento. Negli USA il maggiore W.R.Livermore, dopo aver consultato molte opere tedesche, pubblico' nel 1879 cinque tipi di giochi: tattico, grande tattico, strategico, da fortezza, navale. Il regolamento rigido della simulazione tattica generava un andamento del gioco piuttosto lento. Questo incoraggio' il tenente A.L.Totten alla ricerca di un sistema di giochi che potessero integrarsi tra loro. Sia il suo "gioco tattico minore" che il "gioco tattico maggiore" si basarono allora sugli scacchi, con una scacchiera che comprendeva 1920 caselle di cm. 2,3 di lato, risultando piu' spediti.

Anche le Universita' si sono interessate ai modelli strategici politici e militari. Nel 1967 in Scozia venne simulata la situazione del Medio Oriente e il gioco termino' con Israele ed Egitto pronti ad attaccarsi: esattamente come accadde pochi mesi dopo.

L'enorme sviluppo tecnologico raggiunto dalle armi moderne ha obbligato ad avvalersi dei calcolatori elettronici, per avere entro breve tempo le risposte a un gran numero di domande, rese difficili da numerose variabili, e per ricercare le soluzioni piu' valide.

La popolarita' del wargame e' in continua crescita, per l'interesse storico e lo spirito competitivo che caratterizzano l'animo umano.

Giuseppe Franzosi




Editoriale del nr. 109 marzo-aprile 2003

Editoriale del nr. 108 gennaio-febbraio 2003

Editoriale del nr. 107 novembre-dicembre 2002

Editoriale del nr. 106 settembre-ottobre 2002

Editoriale del nr. 105 luglio-agosto 2002

Editoriale del nr. 104 maggio-giugno 2002

Editoriale del nr. 103 marzo-aprile 2002

Editoriale del nr. 102 gennaio-febbraio 2002

Editoriale del nr. 101 novembre-dicembre 2001

Editoriale del nr. 100 settembre-ottobre 2001

Editoriale del nr. 99 luglio-agosto 2001

Editoriali dei nr. 97 marzo-aprile 2001 e del nr. 98 maggio-giugno 2001

Home Page


Copyright © Collezioni-f.