Editoriale del numero 106 Settembre - ottobre 2002







Quadri di Salvador Dalì.






Quadri di Joan Miro'.

I "SURREALISTI" in mostra a Roma
per un'altra filosofia della vita



Il "Surrealismo" e i suoi artisti sono tornati sulla scena internazionale con le collettive di Parigi, Londra, New York e ora, fino al 3 novembre, di Roma.

Vogliono prospettare una nuova filosofia della vita, con lo spaesamento sistematico dello spettatore attraverso l'accostamento di immagini diverse, palesemente estranee tra loro.

Non si tratta di una nuova scuola letteraria, di una nuova corrente artistica o di un movimento politico, ma di una filosofia della vita che tende a "conoscere se' stesso".

Fulcro della rassegna sono 25 dipinti storici di Max Ernst realizzati dal 1912 alla fine degli anni Sessanta; a questo nucleo centrale si aggiungono molti lavori dei maggiori protagonisti dell'esaltante avventura surrealista, tra i quali Jean Arp, Victor Braunen, Salvador Dalì, Giorgio De Chirico, Joan Miro'.

L'esposizione propone, inoltre, una serie di disegni realizzati dagli artisti a piu' mani in un gioco che essi facevano per mettere in pratica il concetto della libera associazione di immagini, al fine di creare una sensazione di spaesamento.

I surrealisti si riunivano, prendevano un foglio e, dopo averlo piegato, a turno, ciascuno di loro tracciava un disegno su una parte piegata del foglio; alla fine, aprendolo, ne risultava un disegno unico, fatto da piu' artisti, tutti ignari della parte di disegno fatta dagli altri.

Il rinnovato interesse internazionale per il Surrealismo forse si spiega con la serie degli ultimi eventi strampalati di questo pazzo mondo.




Editoriale del nr. 105 luglio-agosto 2002

Editoriale del nr. 104 maggio-giugno 2002

Editoriale del nr. 103 marzo-aprile 2002

Editoriale del nr. 102 gennaio-febbraio 2002

Editoriale del nr. 101 novembre-dicembre 2001

Editoriale del nr. 100 settembre-ottobre 2001

Editoriale del nr. 99 luglio-agosto 2001

Editoriali dei nr. 97 marzo-aprile 2001 e del nr. 98 maggio-giugno 2001

Home Page


Copyright © Collezioni-f.