Gen. Ardito

Gen. Giuseppe Ardito

Comandante del
Comando Alleato Interforze del Sud

Comandante delle
Forze Operative Terrestri Italiane

Curriculum

Il Generale Giuseppe ARDITO Ŕ nato a Chieti nel 1938.
Allievo della Scuola "Nunziatella" di Napoli negli anni 1953-1957, ha quindi frequentato i corsi regolari dell'Accademia Militare di Modena, completando i propri studi presso la Scuola di Applicazione d'Arma di Torino, al termine dei quali Ŕ stato promosso Tenente dell'Arma di Artiglieria.
Successivamente ha frequentato la Scuola di Guerra Italiana (1971-1974), quella dell'Esercito tedesco (1977-1979) ed il Centro Alti Studi per la Difesa (1989-1990) oltre a vari corsi nazionali ed esteri.
Ha svolto incarichi di Comando presso il 33░ Rgt.a.cam. "Folgore" (1961-1964), l'Accademia Militare (1964-1965) ed il 5░ Rgt.a.cam. "Mantova" (1965-1969).
Ha comandato il 21░ Gruppo a.cam. "Romagna" della Brigata Mec. "Trieste" (1979-1980), Ŕ stato Vice Comandante della Brigata Mec. "Legnano" (1983-1984) ed ha comandato la Brigata Mec. "Cremona" (1987-1989).
Ha prestato servizio presso il Comando FASE di Napoli (1969-1971), quale Ufficiale NBC per il Sud Europa, il Comando della Divisione "Folgore" (1974-1976) e lo Stato Maggiore dell'Esercito, ricoprendo anche l'incarico di Capo Ufficio Operazioni in S.V. durante la spedizione in Libano.
Dal 1984 al 1987 Ŕ stato Addetto Militare presso l'Ambasciata d'Italia a Bonn, accreditato anche per l'Olanda e la Danimarca.
Dall'ottobre 1990 al dicembre 1993 Ŕ stato Capo del II Reparto dello Stato Maggiore dell'Esercito, e dal dicembre 1993 al gennaio 1996 Ŕ stato Comandante dell'Artiglieria Contraerei dell'Esercito.
Dall'aprile 1996 all'aprile 1997 ha svolto l'incarico di Direttore Generale delle Armi, Munizioni e Armamenti Terrestri.
Il 25 aprile 1997 Ŕ stato nominato Comandante delle Forze Terrestri Alleate del Sud Europa (COMANDO ALLEATO INTERFORZE DEL SUD - JCSOUTH a partire dal 1░ settembre 1999), ed il 1░ ottobre 1997 ha assunto anche il comando delle Forze Operative Terrestri dell'Esercito Italiano.
╚ insignito delle seguenti onorificenze e decorazioni: Grand'Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana; Medaglia Mauriziana; Medaglia d'oro per 20 anni di comando; Croce d'oro con stelletta per 40 anni di servizio; 2 Medaglie commemorative di bronzo per la partecipazione a operazioni di soccorso a popolazioni colpite da calamitÓ pubbliche; Commendatore della Repubblica Federale di Germania; Onorificenza "Medalha do Pacificador", concessa dal Ministro di Stato dell'Esercito della Repubblica del Brasile.

JOINT COMMAND SOUTH

Il Comando Alleato Interforze del Sud (JOINT COMMAND SOUTH) Ŕ uno dei quattro Comandi Interforze Sub-Regionali (Joint Sub-Regional Command - JSRC) posti alle dipendenze del Comandante in Capo delle Forze Alleate del Sud Europa (CINCSOUTH) nell'ambito della struttura militare dell'Organizzazione del Trattato del Nord-Atlantico (NATO). Il Comando Alleato Interforze del Sud Ŕ responsabile della pianificazione, della condotta e del coordinamento delle esercitazioni ed operazioni militari NATO decise dal CINCSOUTH.

Storia
Alcuni anni dopo il termine della Seconda Guerra Mondiale, veniva costituito a Verona un Comando delle Forze Terrestri designato, incaricato di condurre studi, formulare piani ed effettuare preparativi per la difesa dello Scacchiere Nord-Orientale Italiano.
Venne scelto come sede del nuovo Comando Palazzo Carli in virt¨ della posizione prestigiosa e delle tradizioni militari e storiche.
In seguito al Trattato di Washington, sottoscritto nel mese di aprile 1949 da 12 nazioni inclusa l'Italia, questo Alto Comando italiano venne a perdere la propria connotazione nazionale a favore di un pi¨ netto profilo NATO, ed il 10 luglio 1951, sotto il comando del Generale Maurizio Lazzaro de Castiglioni, divenne il Comando delle Forze Terrestri Alleate del Sud Europa (FTASE), cui veniva assegnato lo stesso compito nella cornice dell'assetto di difesa della NATO.
Al Comando FTASE, posto alle dipendenze del Comando delle Forze Alleate del Sud Europa (AFSOUTH) con sede a Napoli, veniva affidata la difesa terrestre della porzione nord-occidentale della Regione Sud dell'ACE.
Nel 1998, alla luce della mutata situazione geo-strategica in Europa, la NATO annunciava l'attuazione della sua nuova struttura di comando militare, a seguito della quale, il 1░ settembre 1999, il Comando FTASE cambiava la propria denominazione in Comando Alleato Interforze del Sud (JC SOUTH), e veniva ad assumere una nuova struttura ed un ruolo profondamente trasformato.

COMPITO
Il Comando Alleato Interforze del Sud deve contribuire alla sicurezza ed all'integritÓ territoriale dell'area di responsabilitÓ delle Forze Alleate del Sud Europa (AFSOUTH) mediante forze assegnate a questo scopo. Il Comando dev'essere pronto a condurre operazioni e a fornire supporto o rinforzo in ambito inter- ed intraregionale. Esso deve inoltre contribuire al mantenimento della pace ed alla promozione della stabilitÓ mediante la cooperazione ed il dialogo, partecipare alla gestione delle crisi e prepararsi a pianificare ed eseguire, o a sostenere con il proprio supporto, anche ruoli o missioni di pi¨ ampia portata eventualmente assegnati dal Comandante in Capo delle Forze Alleate del Sud Europa (CINCSOUTH).

Organizzazione del Comando
Il Comando Alleato Interforze del Sud Ŕ retto da un Generale a 4 stelle dell'Esercito Italiano, che si avvale di un Vice Comandante (Maggior Generale dell'Esercito Tedesco e Britannico a rotazione), e di un Capo di Stato Maggiore Spagnolo (Maggior Generale dell'Esercito).
L'organico del Comando comprende personale proveniente dalle seguenti nazioni: Germania, Grecia, Italia, Regno Unito, Spagna, Stati Uniti d'America, Turchia ed Ungheria.

Il Comando, che si avvale del supporto di un Quartier Generale internazionale (Support Group) e del Gruppo Alleato Telecomunicazioni, Ŕ organizzato sui seguenti uffici:



VERTICE MILITARE

Capo Stato Maggiore Difesa

COMANDO OPERATIVO DI VERTICE INTERFORZE

Comando Operativo di Vertice Interforze

Aree di interesse nazionale

Comfoter

Comfoter

Comfoter

Home Page Indietro
Copyright © 2000 Collezioni-f.